• Difficoltà di coppia

Studio di Psicologia – Albignasego – Padova
D.ssa Cristina Anile

Il Tradimento nella Coppia: La Fine o l’Inizio?

Il tradimento  nella coppia rappresenta una delle cause  che motivano più ricorrentemente i partners a richiedere l’aiuto di un professionista, nel tentativo di cercare di capire cosa è accaduto e come sia stato possibile che il proprio partner abbia avuto il bisogno di cercare qualcosa al di fuori della propria realtà relazionale.

Molte coppie arrivano agli incontri, raccontando di aver la sensazione di non aver mai conosciuto realmente il proprio partner, considerato fino a quel momento come essere la persona perfetta. Il tradimento ha cambiato tutto.
La non conoscenza dell’altro, in modo così profondo e intimo è ciò che, spesso, sconvolge maggiormente la persona tradita. Il tradimento, infatti, mette al cospetto di una realtà che, fino a quel momento, era sempre apparsa lontana dalla propria vita di coppia, facendo confrontare il partner tradito con un insieme di vissuti forti e molto destabilizzanti.

Il tradimento può essere paragonato, metaforicamente, al processo di lutto. Con la scoperta di una terza persona, si perde tutto ciò che si era realizzato fino a quel momento, i progetti per il futuro e le piccole sicurezze. Tutto ciò che fino a poco prima si sentiva proprio e inattaccabile, ora non c’è più. Tutte le certezze che si erano costruite con il passare degli anni, sono crollate alla vista di una scoperta sconcertante.

La scoperta di un tradimento è, per chi lo subisce, un momento di profondo shock; pensare che la persona a cui, fino a quel momento, si era consegnato tutto se stesso ha preferito un’altra/o, comporta una presa di consapevolezza affiancata da una serie di emozioni forti e difficili da gestire (Humphrey, 1987; Rosenau, 1998).
Le emozioni che spesso accompagnano questi stati d’animo possono essere, la rabbia, la delusione, la tristezza, la vergogna e la paura, sia di rimanere soli, ma anche di non poter più rivivere quella storia con la giusta profondità e serenità.

Ma come mai molte coppie  arrivano al tradimento?

Il tradimento, inteso in questo contesto, come la presenza di una relazione intima con una terza persona, è spesso l’iceberg di un malessere di coppia, sottaciuto per tanto tempo o comunque al quale non è stato dato il giusto peso. Per molte coppie che arrivano in terapia, dopo i primi colloqui, in cui il tradimento appariva inspiegabile e immotivato, comincia il percorso di  una visione più critica dell’evento, dove diversi aspetti del rapporto di coppia, che fino a quel momento apparivano come normali, vengono affrontati in profondità. Ha inizio così una visione costruttiva di un evento traumatico. Ciò che ho potuto constatare, è che molte coppie lamentano una difficoltà comunicativa. La mancanza di comunicazione, accompagnata dalla quotidianità spesso molto frettolosa, porta i partner a condividere sempre meno, prima con le parole e, poi, con i comportamenti.
Incontro coppie che non riescono a ritagliarsi un momento di tranquillità alla fine della giornata, perché prese dal lavoro, dai bambini e dalle faccende di casa. Lo so, non è semplice coordinare tutto e avere il tempo anche da dedicare al proprio partner, però, è essenziale farlo. Una coppia non vive di luce propria. La coppia va alimentata giorno per giorno, con piccole cose, con piccoli gesti.
Una coppia abbandonata alla quotidianità, è una coppia che piano piano perderà la sua intimità.

A Tal proposito, un altro elemento che spesso è causa di conflitto all’ interno della coppia, è la mancanza di una buona vita sessuale. La sessualità, che è una variabile di indiscutibile importanza in un rapporto, può affrontare periodi di difficoltà. Questi momenti, più o meno lunghi, possono essere dovuti a fattori di stress, ad una scarsa complicità o, ancora, a problemi fisiologici.
In tutti questi casi, nel momento in cui ci si rende conto che la vita intima non è più così piacevole come una volta, è fondamentale affrontare la problematica. Tutto ciò che viene lasciato in sospeso danneggia la coppia, portandola ad accumulare tensione e malumore.

Il tradimento distrugge la coppia definitivamente?

Non vi è una risposta unica a tale quesito che possa andar bene per tutte le coppie, ma in linea generale no.
Perché no?
Non è tanto il tradimento a danneggiare e a separare la coppia, quanto il modo in cui esso viene affrontato.

Poiché le emozioni che accompagnano una scoperta così difficile sono forti e spesso devastanti per chi le prova, potrebbe essere di grande aiuto, condividere il proprio stato d’animo con un professionista, il quale, non essendo coinvolto emotivamente dalla storia della coppia, (cosa che potrebbe accadere per esempio ad un amico), potrebbe offrire l’opportunità di osservare il proprio percorso con delle lenti diverse, pronte a dare una nuova visione dell’altro.
In quest’ottica, la coppia affronta l’evento traumatico del tradimento, in modo costruttivo lavorando principalmente su tre aree:

Fattori di rischio individuali: che dipendono dai vissuti e dalle credenze di ogni partner;
• Aspetti interazionali della coppia: considera le diverse modalità della coppia di vivere i conflitti, i problemi e la comunicazione;
La famiglie d’origine: in quanto ogni persona porta una parte della propria famiglia nella propria relazione, in modo più o meno conscio.

Possiamo, quindi, dire che il tradimento nella coppia può divenire un momento di crescita, quando è la coppia stessa  a darsi l’opportunità di indagare e di vedere il proprio rapporto in modo più critico e costruttivo, lasciando da parte il giudizio di colpevolezza e vedendo la relazione come una realtà fatta da entrambi i partner aventi gli stessi diritti e le stesse responsabilità, nel bene e nel male.

Difficoltà di coppia
La masturbazione
La Depressione Post-partum
LA COPPIA E LA FAMIGLIA
le mie aree di interesse